L’Italia brulica di artisti e progetti musicali, tanti dispersi nel sottosuolo della Musica indie e nei kilometri della penisola. Per questo, quando ho la possibilità di farlo, sono sempre felice di parlarti di un progetto emergente che reputo sia molto valido.

Starship 9 è il nome d’arte di Ernesto Cornetta e Fabio Fraschini, amici da sempre e provenienti da Roma, unitisi in questo progetto con l’intento di ufficializzare un’amicizia e una collaborazione artistica che durano da molti anni.

Recensione | Stelvio EP, debutto ufficiale degli #Starship9 Condividi il Tweet

Recensione | "Stelvio EP", debutto ufficiale degli Starship 9
Starship 9 – “Stelvio EP” – Cover

Oggi esce ufficialmenteStelvio EP“, un Extended Play di quattro tracce che unisce il gusto retro-futuristico del pop europeo alle sonorità e ambientazioni della cinematografia italiana. L’attitudine e l’amore per il cinema e l’arte delle soundtrack si capisce fin da subito, a partire dall’etichetta con la quale “Stelvio EP” è stato pubblicato: Cinevox Record.

Per chi non la conoscesse, si tratta di una delle più importanti, se non la più importante label di questo settore. Cinevox Record è l’etichetta che ha pubblicato le colonne sonore scritte da Ennio Morricone, Nicola Piovani, Stelvio Cipriani, Piero Umiliani, Goblin, Riz Ortolani, Giorgio Gaslini, Armando Trovajoli e la lista potrebbe andare avanti ancora a lungo.

L’EP si apre con “Home Again“, un brano con influenze downtempo ed elettroniche, segnato da una linea di basso piena e sempre dominante, una canzone molto ben fatta che ci (ri)porta a casa, dritti dritti negli anni 70/80.

Stelvio (Quei Giorni Insieme)” è la title track, un pezzo fortemente pop con Eleonora Cardellini alla voce. Il brano sarà inserito nella colonna sonora de “I Due Soldati” – il nuovo film di Marco Tullio Giordana – e sarà accompagnato da un videoclip con l’attrice Carlotta Mazzoncini come protagonista. Questa canzone ci parla di un flirt estivo nel modo più sensuale che si possa fare, lasciandoci immaginare un incontro galante destinato a finire lasciando in sospeso quella malinconia delle scelte compiute, a volte, a causa delle circostanze.

Cinema Roma” è, a mio avviso, il brano migliore di questo EP, con una linea melodica portata avanti dal pianoforte fino all’assolo di Sax, un connubio che crea un’atmosfera sognante e malinconica al tempo stesso, riportando alla mente la Roma di Cinecittà e alla malinconia narrata dal Cinema. Questa canzone sa colpirti all’anima grazie al suo spirito.

Home Again (Vocoder Mix)“, come comprensibile dal titolo, è una versione differente della prima traccia dell’EP, puntando sull’effetto vocoder che modifica il cantato.

Stelvio EP” è disponibile all’acquisto sulle principali piattaforme digitali, iTunes in primis, e te ne consiglio vivamente l’acquisto. Perché? Semplice, perché sebbene gli Starship 9 siano apparsi soltanto ora ufficialmente, già da questa manciata di canzoni è facile capire quanto abbiano da dare. Una curiosità: la cover dell’EP ricorda un po’ quella di “Yankee Hotel Foxtrot” dei Wilco, per via dell’edificio fotografato molto simigliante.

Una valida alternativa ai Calibro 35, con una differente personalità. Da tenere d’occhio senza dubbio!

Mauro Abbatescianna

Profilo Facebook degli Starship 9


Se questa recensione ti è piaciuta condividila sui tuoi profili social come Facebook, Twitter, G+ e WhatsApp! Ne sarei felicissimo e potresti diffondere il lavoro degli Starship 9 rendendo i tuoi ascolti migliori 😉

[yikes-mailchimp form=”1″ title=”1″ description=”1″ submit=”Iscriviti!”]