Il rock va cantato in Inglese“. Questo è uno dei luoghi comuni più grandi di questo genere musicale. Sono tanti, in realtà, gli esempi che potrebbero smentire questa massima.

Nomi come Litfiba, Ritmo Tribale, Ministri, Fast Animals and Slow Kids dimostrano proprio il contrario. E la lista potrebbe essere ancora lunga. Andrea Cassetta è il nome di cui ti parlo oggi e che va ad aggiungersi di diritto a questa lunga lista.

Melodie Impolverate è il suo ultimo disco autoprodotto, uscito il 12 Dicembre 2017. Il mastering dell’album è stato fatto da Claudio Giussani (Universal-Sony) presso l’Energy Mastering di Milano.

Andrea Cassetta è un cantautore e polistrumentista, uno di quei bambini che a 8 anni decide di imparare a suonare la chitarra da autodidatta grazie al libro di accordi del nonno. Tutto è partito da lì, per poi iscriversi col tempo a una scuola di Musica, imparando a suonare batteria, basso e migliorando le proprie doti da chitarrista. Dopo aver militato in diverse band, i primi risultati non si fanno aspettare.

Nel 2004 realizza parte della colonna sonora di “Fate Come Noi”, pellicola distribuita dall’Istituto Luce e vincitrice del Giffoni Film Festival e Il Globo D’oro, all’interno della quale sono presenti tre sue canzoni (“Closed in a Cage”, “Inside Your Hell” e “Mrs Insanity”).

Vorrei Essere Come Te, suo primo album solista, esce nel 2009 e ripercorre musicalmente la sua vita con le esperienze dall’adolescenza all’età adulta. Il disco è stato interamente scritto, arrangiato e suonato da Andrea Cassetta stesso, che si è divertito a incidere ogni parte di chitarra, basso e batteria.

Recensione | Andrea Cassetta e le sue bellissime "Melodie Impolverate"
Andrea Cassetta – “Melodie Impolverate

Lo stesso approccio da one man band è presente anche in Melodie Impolverate, un album che ha il tempo come filo conduttore di ogni canzone, con tutti i cambiamenti che lo scorrere dei giorni e degli anni porta con sé.
Il suono che predomina è quello di un alternative rock cantato in italiano e che convince fin dall’attacco di “Sirena“, il brano di apertura, un pezzo puramente Rock con un riff dritto e una melodica coinvolgente. Una vera e propria “sing along song”.

Giorni Passati” prende di petto la tematica del tempo, con un testo molto semplice quanto incisivo:

Non mi riconosco più, ora non so più chi sono, dimmelo tu
Giorni passati rincorrendo dei sogni, sogni sbiaditi che il tempo porta via con sé
Proprio quando resto solo torno ad illudermi che non sono ancora un uomo, no
…e continuo a crederci nei miei sogni

Daphne” parla della transfobia, spiegando come l’unica cosa che conti sia come ci si sente con noi stessi e non che forma abbia il corpo in cui viviamo. Con “Vite a Tempo Determinato” Andrea Cassetta racconta la vita di tutti quei lavoratori precari che non hanno un futuro sicuro e della chimera di un contratto a tempo indeterminato, il tutto condito dalla migliore ritmica del disco. Sicuramente tra i brani migliori in assoluto!

Fuliggine” porta con sé un’atmosfera più cupa, rallentando nei bpm e premendo sull’acceleratore delle emozioni: è una di quelle canzoni che ti travolgono mentre le ascolti e che, una volta finita, ti fa rimanere immobile per alcuni istanti prima di premere il tasto Rewind e risentire la canzone in loop. Bellissima!

Remberries” è la prima canzone in inglese di Melodie Impolverate, un brano con una melodia che profuma di pop inglese e che vuole far capire la necessità di amare senza paura.

Don’t worry about the future we are stronger than yesterday
And you, you are the perfection, i’m addicted to you
You are the drug i cannot live without
[…] Don’t be afraid to love

Andrea Cassetta ci porta a Parigi, con “Au Revoir Paris” e con “Bataclan Night“, due canzoni molto belle, la prima in favore dell’amore che resiste a qualunque circostanza, e la seconda – in inglese – contro la maledizione dell’intolleranza tra culture diverse che porta a gesti folli come quelli compiuti dai terroristi che uccidono in nome di un Dio, col solo intento di far soccombere tutto ciò che gli è differente.

La Prossima Estate” è un singolo pop dal retrogusto amaro, del quale è stato girato un video diretto da Andrea Cassetta stesso e da Leo Andreula.

Ma le emozioni non sono mai abbastanza, così com’è forte la felicità di diventare padre: ed è proprio questo che viene raccontato in “Zoe“, canzone che il cantautore romano ha dedicato a sua figlia. Non c’è confine all’amore che un padre può provare per una figlia e nel caso di Andrea Cassetta la dimostrazione è questa canzone, dove la ritmica si regge sul battito del cuore della piccolina, registrato durante un’ecografia in gravidanza e successivamente campionato per dare vita a questo brano.

Prezzo: EUR 9,99
Lifetime” è il terzo pezzo in inglese contenuto in Melodie Impolverate, una canzone acustica con un netto cambio di ritmo, che parla ancora una volta di amore e del tempo passato nella vita dei due amanti di turno.

Conclusioni:

Melodie Impolverate è un disco che racchiude l’arte di un cantautore e polistrumentista come Andrea Cassetta, un vero e proprio one man band che mette tutta la sua competenza e, soprattutto, tutte le sue emozioni in ciò che fa. Un disco bello, vero, genuino, che suona sincero e che merita di essere ascoltato, in macchina, a casa, ma soprattutto nelle radio.

Mauro Abbatescianna

Pagine social di Andrea Cassetta: Facebook | YouTube | Sito Web | Instagram


Iscriviti al canale Telegram di AscoltieRacconti.com per ricevere ogni nuove recensione direttamente sul tuo smartphone, tablet o PC. Clicca qui per iscriverti GRATIS!