Nella recensione di oggi, qui su AscoltieRacconti.com, ti presento una band dal profumo internazionale quanto nostrano: i Dancing Scrap.

Il progetto Dancing Scrap prende forma nell’aprile del 2012 quando Ronnie Abeille (voce) incontra Bobby Gaz (basso) e insieme completano la formazione con Sal Ariano (chitarra), Eugenio “The Joker” Pavolini (chitarra) e Danilo “Wolf” Camerlengo (batteria). Una band con base tra Roma e Londra.

Il loro debutto avviene al Jailbreak Live Club di Roma che gli permette di crearsi un “biglietto da visita” e che li porta, tra il 2012 e 2013, sui palchi dei locali romani più importanti in ambito Rock. Nel frattempo i Dancing Scrap preparano due demo, The Main Attraction (2012) e Commercial Crap (2013). Alla fine del 2013 si trasferiscono a Londra dove per tre mesi vivono e suonano per 15 date in diversi locali (Nambucca, The Intrepid Fox, The White Lion, The Water Rats, Proud Camden e altri).

Agoge Records diventa la loro etichetta nel 2014 e gli permette di registrare il loro primo disco, Cut It Out (2015), anticipato dal video di “The Sick Ones”, primo singolo estratto dallo stesso album. Nel 2016 i Dancing Scrap partono per un tour in Europa dell’est durante il quale ottengono un ottimo riscontro di pubblico e registrano il video di “Sam”, secondo singolo estratto da Cut It Out.

Recensione | Il Rock N Roll dei Dancing Scrap con "This Is Sexy Sonic Alternative Punk"Lo scorso ottobre è uscito il disco di cui ti parlo oggi, This Is Sexy Sonic Alternative Iron Punk, pubblicato sempre da Agoge Records. Si tratta di un disco Rock sia a livello musicale che di attitudine e approccio.

Undici tracce che danno vita a un album che mostra la sua internazionalità, non solo per il cantato in inglese, ma anche per il sound e le influenze.

Il titolo del disco, This Is Sexy Sonic Alternative Iron Punk, ironizza sulla categorizzazione della Musica che tante volte, spesso troppe, viene per forza di cose incanalata nelle etichette dei generi non sempre amate dai musicisti stessi.

Il disco si apre con “Acid“, un pezzo che si pone come una “lettera d’intenti” alla voglia di fare del sano e puro Rock N Roll, un brano in onore agli amici Warrior Soul – band americana con la quale i Dancing Scrap hanno suonato spesso.

Big Fucking Deal” è un bel pezzo hard rock che prosegue il messaggio di “Acid”: i Dancing Scrap hanno un’estrema voglia e necessità di suonare dal vivo e fare del buon Rock N Roll!

Baby my goal is makin’ a mess
Shakin’ the stage like I’m obsessed
How many beers do we have to drink?
How many songs do we have to sing?
You keep on sayin’ my guitar is too loud
You came around just to be part of the crowd
I wanna give the thrill… it’s no big fuckin’ deal!

Mi piace questo disco e viene spontaneo dirlo in inglese: “I Like It“, come il brano che segue e che fa sognare ancora una volta le luci della ribalta e il sudore di chi fa del palco il proprio habitat naturale. Molto bello l’assolo di chitarra prima del ritornello finale!

Renegades” fa del basso il suo protagonista: molto bella la ritmica e il solo con infusioni di southern e acid rock. This Is Sexy Sonic Alternative Iron Punk prosegue poi con “SWC” che spezza un po’ il ritmo del disco prima della ripresa a pieni polmoni con “Ready For The Show“, che nel titolo racchiude già tutto quanto il senso di questa canzone che vira anche un po’ verso l’elettronica.

Ready for the show, there’s no direction
Everything is possible tonight
Light up the night, never-ending party!

Anche “The Rocker You’re Not” è una spremuta di Rock N Roll dove il basso di Bobby Gaz segna per tutto il tempo la linea sonora del brano. Molto bello come il brano si apra sul finale – sfido a rimanere fermi durante l’ascolto di questo come di tutti quanti i pezzi di This Is Sexy Sonic Alternative Iron Punk.

Yet To Come” ha degli spunti molto interessanti, facendo respirare un’infusione di industrial Rock e avendo al suo interno diversi cambi di atmosfere così come un’attidutine punk rock. A chiudere questo disco dei Dancing Scrap c’è “Bitch… and you Know It“, canzone che dice (quasi) tutto quanto nel titolo.

Quel che il titolo non dice – e che è percebile soltanto ascoltandola – è l’aspetto sessuale che racchiude: hai presente quando pensi alla giusta canzone da avere in sottofondo mentre fai sesso con il tuo lui o la tua lei?
Ecco, questa è una di quelle canzoni che si prestano al meglio all’occasione!
Una di quelle che sentiresti suonare in sottofondo in una scena di sesso di un film.

Ciò che rende ancora più bella e riuscita questa canzone è il dialogo tra i due protagonisti che si incontrato e che… beh, il finale lo puoi benissimo immaginare! 😉

Conclusioni:

This Is Sexy Sonic Alternative Iron Punk dei Dancing Scrap è un disco che in 33 minuti di durata è capace di far capire come in Italia ci sia ancora un sacco di gente che sa bene cosa sia il Rock N Roll e che lo sa suonare al meglio. Si tratta di un disco dal respiro internazionale, che gioca molto sull’ironia dell’immagine della Rock Star ma che non scherza affatto sulla voglia di suonare del sano Rock in giro per locali!

Disco consigliato! Acquistalo su Amazon e segui la band su Facebook!

Mauro Abbatescianna

Iscriviti al canale Telegram di AscoltieRacconti.com per ricevere ogni #Recensione direttamente sul tuo smartphone, tablet o PC. Clicca qui per iscriverti GRATIS!