Dopo tanto, troppo tempo, torna Musica e Film, la rubrica di AscoltieRacconti.com che presenta, di volta in volta, un film o un documentario dedicato interamente alla Musica.

Il film che ti presento oggi è uscito nel 2016 ed è stato purtroppo trasmesso in pochissimi cinema d’Italia e per un brevissimo periodo. Come spesso accade, però, i film che più rimangono nell’ombra sono anche i più belli.

Sing Street: sognare gli anni 80 non è mai stato così bello!

Uscito in Italia a Novembre 2016, Sing Street è un film irlandese che parla allo spettatore raccontando una storia e per farlo si affida alla Musica, portatrice di messaggi, ma soprattutto creatrice di sogni.

Soggetto, sceneggiatura e regia di Sing Street sono di John Carney, regista giovane conosciuto per Once, film del 2006 vincitore di un Oscar come miglior colonna sonora.

Il cast di questo film è composto da attori giovanissimi che sono, al contempo, musicisti e interpreti di molte delle canzoni che si sentono durante il film e parte della colonna sonora.

L’aspetto meraviglioso di questo film è proprio questo: prima della sua registrazione è stato fatto un cast per trovare le persone giuste che incarnassero il ruolo della band che nel film prende proprio il nome di Sing Street.

Cast: Ferdia-Walsh Peelo nel ruolo di Conor “Cosmo” Lawlor, il protagonista; Lucy Boynton nel ruolo di Raphina, la fidanzataJack Reynor nel ruolo di Brendan Lawlor, il fratello di Conor; Aidan Gillen nel ruolo di Robert Lawlor, padre di Conor e Brendan; Maria Doyle Kennedy nel ruolo di Penny Lawlor, la madre dei ragazzi; Ben Carolan nel ruolo di Darren; Mark McKenna nel ruolo di Eamon; Percy Chamburuka nel ruolo di Ngig; Conor Hamilton nel ruolo di Larry; Karl Rice nel ruolo di Garry; Ian Kenny nel ruolo di Barry; Don Wycherley nel ruolo di Padre Baxter; Lydia McGuinness nel ruolo di Miss Dunne.

Trama: Dublino, 1985. La famiglia del quattordicenne Conor Lawlor sta vivendo un periodo difficile, sia per motivi economici sia, soprattutto, per i forti attriti sentimentali tra i suoi genitori.

Per questo motivo il padre Robert, durante una piccola riunione familiare, decide di annunciare il trasferimento scolastico di Conor, da una scuola privata e molto costosa a un’altra statale e molto più economica, la Synge Street CBS, considerata di pari livello da Robert.

Buono Sconto del 10% - Il Vinile

Questo avvenimento porta alla luce la crisi matrimoniale tra Robert e sua moglie Penny, crisi che culminerà nella separazione a tutti gli effetti causata anche da una relazione extra coniugale che la donna ha col suo datore di lavoro. Brendan, il fratello maggiore di Conor, non perde tempo per dire al padre tutto ciò che pensa di lui e della situazione che non fa altro che peggiorare.

Nel frattempo Conor vive con non poca difficoltà il trasferimento alla Synge Street, una scuola difficile nella quale subisce anche atti di bullismo. Un giorno, però, ha una visione proprio fuori dal cancello di entrata dell’istituto. Quella visione si chiama Raphina, una modella della quale fin da subito Conor si innamora. Per fare colpo su di lei le dice di essere il cantante di una band e di stare girando un video dell’ultimo brano scritto col gruppo, chiedendole di partecipare alla registrazione come protagonista femminile.

Da quel momento Conor fa di tutto per mettere in piedi la band che prenderà il nome di Sing Street. Iniziare questa avventura gli comporta diversi guai, a partire dai problemi che deve affrontare con Padre Baxter che non approva molti dei comportamenti del ragazzo, uno su tutti il truppo alla Ziggy Stardust.

Vivere un’avventura del genere porterà Conor a trovare degli amici importantissimi come Darren, Eamon, Ngig, Larry e Garry, i membri della sua band, così come a far affiorare l’affetto e allo stesso tempo la frustrazione vissuta da Brendan, suo fratello maggiore, che si vede in qualche modo accantonato e annullato per aver spianato la strada per vivere lo stesso sogno musicale, sogno che è invece stato trasferito a suo fratello più piccolo.

Il sogno di farcela viene mostrato con l’innocenza e la voglia di “spaccare”, tipica di quando si è ragazzini, in quel periodo spensierato in cui si trova appiglio con tutte le proprie forze in qualcosa che ci faccia sentire vivi! In questo caso è la Musica, quella degli anni 80, quella forse più bella per il periodo rivoluzionario che la Musica stessa ha vissuto in quella decade.

Ciò che però mi è piaciuto tantissimo di questo film è il rapporto tra i due fratelli: è bellissimo vedere come Brendan sia appassionato di Musica e viva tutto il processo evolutivo del fratellino, con il fine di conquistare Raphina, facendogli da mentore Musicale.

Prezzo: EUR 20,46

Passano insieme moltissime ore in camera di Brendan, dove quest’ultimo fa sentire a Conor i dischi più importanti per poter creare uno stile compositivo e musicale nuovo e, soprattutto, personale.

I riferimenti sono nomi importantissimi di quegli anni: The Cure, David Bowie, Genesis, Phil Collins, Spandau Ballet, Joe Jackson, Duran Duran. Ognuno di questi è anche presente nella colonna sonora ufficiale del film, dove sono presenti anche i Motörhead oltre alle canzoni dei Sing Street.

L’aspetto più bello di questo film è proprio questo! I brani che si sentono nel film sono canzoni inedite realizzate appositamente per questa pellicola, cantate e suonate dagli stessi ragazzi che recitano nel film e che sono musicisti a tutti gli effetti.

Le canzoni a mio avviso più belle sono “The Riddle of The Model“, “Drive It Like You Stole It“, “To Find You” e “Girls“.

C’è una canzone, poi, di Adam Levine che chiude il disco della colonna sonora e che trasmette tutte le emozioni fortissime vissute nel film. Quella canzone è “Go Now“.

Non voglio dirti altro riguardo a Sing Street se non che si tratta del più bel film che abbia visto nell’ultimo anno. Ho pianto, letteralmente. Il finale è qualcosa di meraviglioso e potente, soprattutto per chi ha un fratello o una sorella.

Il mio consiglio è quello di guardarlo, di corsa! Se ti è possibile, guardalo in lingua originale. Io l’ho visto così e dal punto di vista recitativo è tutto molto più forte e più sentito.

Buona visione!

Mauro Abbatescianna


Conoscevi già Sing Street? Hai visto anche tu questa magnifica pellicola della quale ho voluto parlarti in Musica e Film? Fammelo sapere nei commenti e non dimenticare di condividere questo articolo su Facebook, Twitter, Google+ e WhatsApp! Facendolo mi aiuterai a diffondere un film meraviglioso che tutti gli amanti della Musica dovrebbero vedere!

Vuoi ricevere tutti gli articoli sul tuo smartphone, tablet o PC? Iscriviti al canale ufficiale Telegram di AscoltieRacconti.com! Se invece preferisci riceverli via mail, compila il form qui sotto per ottenere l’accesso alla Newsletter!

Abiti a Milano e vorresti avere uno sconto del 10% per l’acquisto di vinili? Clicca qui!