Ormai lo sappiamo tutti. È successo ieri e la notizia ha subito fatto il giro dei socials, del web, dei TG. Carlo Pedersoli, in arte Bud Spencer, si è spento ieri, 27 Giugno, all’età di 86 anni.

Come avrai capito, questo Musica e Film sarà un po’ diverso. Nonostante nel titolo dell’articolo abbia nominato “Lo chiamavano Bulldozer“, non mi soffermerò su di un film in particolare della lunghissima filmografia di Bud Spencer. Sarà un discorso più completo possibile, attraverso il quale cercherò di lasciare fuori la tristezza per la perdita di una figura artistica importante come lo è stato lui. Perché si sa, quando qualcuno ti fa ridere per decenni, la sua mancanza diventa ancora più difficile da colmare.

Musica e Film | Quel “Bulldozer” di Bud Spencer – Ciao grande amico!

Qual è stato il primo film di Bud Spencer che hai visto?

A questa domanda non saprei proprio rispondere, non me lo ricordo, ero troppo piccolo per riuscirci. Forse è stato “…altrimenti ci Arrabbiamo!“, uno dei classici più grandi del cinema mondiale. O forse “Due Superpiedi quasi Piatti“, o “Banana Joe“, “Io sto con gli ippopotami” oppure “Pari e Dispari“.

Potrei andare avanti ore elencando i titoli delle pellicole, ma non ricordare quale sia stato il primo film non cambia quel che mi porto dentro: un ricordo indelebile che mi ha accompagnato fin dai primi momenti di vita in cui ero in grado di comprendere e ricordare ciò che vedevo.

Mi ricordo le serate passate coi miei genitori, ma soprattutto con mio fratello, mentre in camera ci guardavamo i film di quel gigante buono che era Bud Spencer, sempre pronto a farci ridere col suo fido compare Terence Hill.

Bud Spencer è stato un uomo di enorme spessore, ancor prima che essere un attore, uno di quelli che – penso – chiunque desideri conoscere nella propria vita per il puro desiderio di sorridere con lui, anche solo per ringraziarlo di tutto quel che ha dato al cinema ma soprattutto al cuore delle persone.

Di questo si tratta: era amato da chiunque! Si cade spesso nella retorica quando viene a mancare qualcuno, soprattutto sui socials – che puntualmente si riempiono di commemorazioni spesso finte e obbligate fatte da chiunque e per qualunque artista, anche da chi non aveva mai seguito le sue vicende fino al momento della sua scomparsa, giusto per acchiappare qualche like (vedi Facebook).

Questa volta però non è così, perché tutti sono stati colpiti almeno una volta dai pugni e dagli schiaffoni di Bud Spencer che da solo stende tutti quanti, proprio come un Bulldozer che passa e travolge chiunque gli si pari davanti. Nonostante la presenza del personaggio di turno interpretato da Terence Hill, Bud era in grado di farcela da solo anche contro 20 brutti ceffi – quante volte Terence se ne stava a guardare, magari mangiandosi anche un hot-dog o un hamburger, con Bud che lo invita ad aiutarlo? 😀

Bud & Terence erano un’accoppiata vincente, la più bella che io mi sia mai riuscito a godere della cinematografia italiana e non, soprattutto comica. Ci sono stati i vari Totò & Peppino, Franco & Ciccio, Stanlio & Ollio, Cochi & Renato, Sandra & Raimondo, Boldi & De Sica, tutte coppie comiche mastodontiche ognuna a modo proprio. Alcune le ho potute vivere anagraficamente anche in contemporanea, anche se sul loro finale, altre invece mi hanno divertito solo a posteriori.

Musica e Film | Quel Bulldozer di Bud Spencer - Ciao grande amico!

In realtà anche i film di Bud Spencer e Terence Hill sono usciti anagraficamente quasi tutti prima della mia nascita, a parte “Botte di Natale” uscito nel 1994. Eppure loro sono sempre stati lì, anche più degli altri, i loro film sono sempre stati trasmessi su qualunque rete televisiva e hanno sempre avuto un record: fare il picco di share televisivo ogni volta che venivano messi in onda. Sempre.

Bud Spencer era quel gigante buono che incuteva timore ai cattivi e infondeva sicurezza alle persone buone d’animo. Cercava di fare il duro, interpretava la parte anche quando erano i buoni a capire che sotto quella corazza di muscoli e pancia c’era un buono, cedendo, poi, e mostrando la sua vera natura.

La forza più grande, forse, della loro accoppiata era l’educazione: nei loro film non hanno mai detto una parolaccia – salvo rari casi – hanno sempre fatto ridere con le loro gag, con la loro goffaggine e con dei dialoghi sempre esilaranti! Chiariamoci, non sono un bacchettone che pensa che le parolacce siano sbagliate, al contrario! Ormai sono parte del linguaggio, sia nella vita vera che nel cinema e sono il primo a sostenere che vadano usate quando servono.

Ma Bud & Terence avevano creato un’alchimia che si basava su molto altro. Hanno inventato un genere, quello dei western comici, dove le pistole fanno da contorno, il sangue non esiste e sono presenti soltanto pugni in testa e schiaffi a mano aperta, ovviamente in faccia e sulle orecchie 😀 .

Terence: “Metta giù quella noce di cocco, so che tanto non lo farebbe, lei è troppo buono”
Bud: “Non c’è cattivo più cattivo di un buono quando diventa CATTIVO!”

Chi trova un amico trova un tesoro

Il mio film preferito è “Bomber“, dove al fianco di Bud Spencer è presente Jerry Calà e non Terence Hill – esattamente come in “Lo chiamavano Bulldozer“.

I ricordi legati a questi due film sono tantissimi, così come tantissime sono le scene che mi fanno ridere.

Questa è una delle scene più belle di tutto quanto il film! Ogni volta che la guardo rido come la prima volta e mi viene in mente la mia infanzia!

E che dire delle padelle piene zeppe di fagioli alla messicana, da tutti ribattezzati “Fagioli alla Bud Spencer & Terence Hill“? Ricordo una sera mio fratello li cucinò allo stesso modo, con anche le salsicce dentro, e ce li mangiammo guardando “Lo Chiamavano Trinità” – ovviamente direttamente dalla padella!

Ma siccome questa rubrica parla della Musica nei film, è arrivato il momento di affrontare questo discorso. Le colonne sonore dei loro film sono stupende! La più famosa è sicuramente quella di “…altrimenti ci arrabbiamo!“, ovvero “Dune Buggy” scritta e composta da Marcello Fondato e S. Duncan Smith e cantata dagli Oliver Onions, un duo tutto italiano composto da Guido & Maurizio De Angelis.

Gli Oliver Onions hanno scritto, composto e cantato molte delle colonne sonore dei film di Bud & Terence. Tra questi troviamo le soundtracks per “Continuavano a chiamarlo Trinità“, “…E poi lo chiamarono il Magnifico“, “Più forte ragazzi“, “Anche gli angeli mangiano fagioli“, “Piedone lo sbirro“, “Piedone l’Africano“, “Porgi l’altra guancia“, “Anche gli angeli tirano di destro“, “Piedone a Hong Kong“, “I due superpiedi quasi piatti“, “Lo chiamavano Bulldozer“, “Pari e Dispari“, “Uno sceriffo extraterrestre… poco extra e molto terrestre“, “Piedone d’Egitto“, “Chissà perché… capitano tutte a me!“, “Banana Joe“, “Bomber“.

Secondo il mio parere, però, la canzone più bella contenuta in un film di Bud Spencer è “Grau Grau Grau”, cantata proprio da Bud Spencer e usata come colonna sonora di “Io sto con gli ippopotami”.

Potrei andare avanti per ore a parlare e ricordare quanto di bello mi ha lasciato Bud Spencer, ma significherebbe non porre mai fine a un articolo già lungo di per sé.

Bud Spencer è stato come uno zio, per me, quello che vedi poche volte ma che vedresti sempre perché ti fa ridere e ti fa stare bene anche solo con un’espressione del viso. Per questo mi mancherà tantissimo, nonostante la sua filmografia resti qui con noi.

Ma che te ne saresti andato lo sapevamo tutti, del resto… Anche gli angeli mangiano fagioli!

[vcex_divider style=”solid” icon_color=”#000000″ icon_size=”14px” margin_top=”10px” margin_bottom=”10px”]

Ho voluto rendere il mio piccolo tributo a un uomo così grande e mi piacerebbe che tu facessi lo stesso commentando qui sotto, raccontandomi i ricordi che ti legano a lui, alla Musica dei suoi film, alla sua immagine di uomo e di attore. E se questo articolo ti è piaciuto, non esitare a condividerlo sui social o coi tuoi amici! Mi farebbe un enorme piacere!

Grazie per la lettura 🙂

Mauro Abbatescianna.