I fan dei Muse lo sapranno già da tempo ciò che succederà nei cinema italiani il 12 e 13 luglio. Per soli due giorni sarà infatti possibile vedere Muse: Drones World Tour, il film concerto che la band inglese, capitanata da Matt Bellamy, ha registrato nel corso del loro Drones World Tour portato in giro per il mondo tra il 2015 e il 2016.

Il film, prodotto da Torpack LTD e distribuito da Nexodigital in collaborazione con i media partner Radio DEEJAY, MYmovies.it, Rockol.it, OnStage, racconta con le immagini l’incredibile e spettacolare magia della Musica dal vivo dei Muse.

La simbiosi tra umanità e tecnologia è una cosa a cui sono sempre stato interessato. I droni sembrano essere una metafora moderna estremamente forte… Ma vogliamo lasciare che sia il pubblico stesso a chiedersi quale sia il ruolo della tecnologia nelle nostre vite e se sia una cosa buona o cattiva

Questo è quanto Matt Bellamy ha dichiarato in occasione di questo Drones World Tour, grazie al quale, per i Muse, è stato possibile inscenare e portare dal vivo la loro visione futuristica e distopica della società odierna.

Muse: Drones World Tour è stato registrato nelle date di Milano, Berlino e Amsterdam e porta con sé un coinvolgimento musicale ed emotivo senza paragoni!
Questo grazie alla regia di Tom Kirk e Jan Willem Schram che sono stati capaci di proiettare le persone sedute in sala direttamente nei palazzetti dove sono andati in scena i concerti dei Muse.

L’audio del film è volutamente in 4.0 per rendere l’esperienza ancora più coinvolgente sotto il punto di vista musicale, restitutendo, così, la reale sensazione di esserci davvero tra le migliaia di persone che hanno riempiti i palazzetti per assistere ai live dei Muse.

Dal punto di vista visivo, gli effetti speciali sono incredibili! Un connubio perfetto di giochi di luce, laser, fasci di luce con proiezioni olografiche, festoni e soprattutto droni. Decine di droni che si muovono e animano come se fossero dotati di vita propria – e quella stessa vita si è vista nascere proprio al loro interno grazie alla scenografia che, in alcuni casi, rappresentava un cuore pulsante o forme di vita appena create.

Ciò che ha reso tutto ancora più coinvolgente è stato sicuramente la scelta di optare per un palco centrale e girevole a 360° dal quale chiunque può assistere alla magia dello spettacolo.

E che dire della resa della band?
Quando vengono realizzati dei prodotti come Muse: Drones World Tour il lavoro di post editing è enorme, sia per quanto riguarda la pulizia del suono che per il montaggio delle immagini. Tutto questo, però, non avrebbe reale effetto se alla base non ci fosse una qualità enorme come invece accade nel caso dei Muse, che si dimostra sempre più una band incredibile per affidabilità vocale e musicale.

Matt non è mai sottosforzo, la sua chitarra suona sempre pulitissima e incredibilmente piena, come se a suonarla fossero più musicisti e non soltanto lui. Lo stesso vale per il basso di Chris Wolstenholme – profondo, tagliente e sempre dominante – e per la batteria di Dominic Howard.
Visivamente, ancora una volta, bisogna dare grande credito alle riprese volute da Tom Kirk e Jan Willem Schram, che sono state a dir poco perfette, seguendo Matt Bellamy in ogni suo movimento ed espressione nei momenti cruciali, così com’è stato fatto per Chris Wolstenholme, Dominic Howard e per ognuno degli spettatori inquadrati, mostrando le loro emozioni e facendo emozionare a loro volta chi li guarda.

E che dire della setlist ripresa e rappresentata in Muse: Drones World Tour?
La scelta delle canzoni è stata magistrale, attingendo a hit e singoli dell’ultimo lavoro della band – che dà il nome al tour – come “Drones”, “Psycho”, “Reapers”, “The Handler”, “The Globalist”, o capolavori del passato come “Hysteria” e “Knights Of Cydonia”.

Alla fine dei 90′ che trascorrerai davanti al grande schermo capirai, se ancora non ne sei consapevole, perché i Muse siano da considerare una delle migliori band al mondo che la Musica Rock abbia visto nascere negli ultimi 30 anni.

Ora ti resta una sola decisione da prendere: scegliere se andare al cinema il 12 o il 13 luglio. A questo link trovi la lista completa delle sale che proiettano Muse: Drones World Tour.

Mauro Abbatescianna

Setlist Muse: Drones World Tour

Drones (Choir Track)
Psycho
Reapers
Interlude
Hysteria
Dead Inside
The Handler
Supermassive Black Hole
Prelude
Starlight
Madness
Time Is Running Out
Uprising
The Globalist
Drones (Choir Track, reprise)
Take A Bow
Mercy
Aftermath
Knights Of Cydonia

Iscriviti al canale Telegram di AscoltieRacconti.com per ricevere ogni articolo di Musica e Film direttamente sul tuo smartphone, tablet o PC. Clicca qui per iscriverti GRATIS!