Torna la rubrica “Musica e Film“, dove ogni volta ti presento una pellicola che mostri la Musica in tutta la sua bellezza, come protagonista assoluta del film.

Il titolo di cui voglio parlarti oggi è “Alta Fedeltà“, film tratto dall’omonimo romanzo di Nick Hornby, scrittore, sceneggiatore inglese e grandissimo appassionato di Musica, scrittore anche di saggi come “31 Canzoni“.

“Alta Fedeltà”: vinili, Musica e Nick Hornby

Musica e Film | "Alta Fedeltà": vinili, Musica e Nick Hornby
Musica e Film | “Alta Fedeltà”: vinili, Musica e Nick Hornby

Il cast di questo film, che potremmo benissimo definire un cult movie, vede John Cusack (“Pallottole su Broadway”, “Serendipity”, “Con Air”), Jack Black (“School Of Rock”, “Il Prezzo della Libertà”, “Mars Attacks!”), Tim Robbins (“Top Gun”, “Le Ali della Libertà”, “Mystic River”), Catherine Zeta-Jones (“La Maschera di Zorro”, “Traffic”, “Chicago”), Todd Louiso (“Apollo 13”, “Scent of A Woman – Profumo di Donna”) e Bruce Springsteen nel ruolo di sé stesso.

La regia è di Stephen Frears.

Trama: Rob Gordon (John Cusack) è il proprietario del Championship Vynil, un negozio di vinili nella periferia di Chicago, all’interno del quale passa praticamente tutte quante le sue giornate. Al lavoro in negozio alterna quello di Disc Jokey in alcuni club dove mette musica pop e rock.

Con lui in negozio ci sono anche Dick (Todd Louiso) e Barry (Jack Black), suoi dipendenti che lo portano spesso all’esasperazione per il loro rapporto un po’ scontroso coi clienti che si dimostrano non all’altezza della loro cultura enciclopedica di Musica rock e pop.

La loro esuberanza e il loro snobismo li porta a stilare delle continue classifiche “Top 5” per qualunque cosa, come la top 5 delle migliori canzoni di apertura dei dischi di tutti i tempi.

La vita professionale di Rob va a gonfie vele. Non si può dire lo stesso di quella sentimentale, invece: nonostante non sia più un ragazzino, Rob non è ancora riuscito a trovare la donna giusta per lui, motivo per il quale prova una sensazione di continua e latente frustrazione.

Per combatterla, e scoprire dove possa aver sbagliato fino a quel momento, inizia a contattare le sue ex fidanzate che hanno significato di più nella sua vita, per farsi aiutare ad avere una migliore visione d’insieme del suo carattere, cercando di capire di più da un punto di vista che non sia soltanto il suo.

Come terapia, Rob riorganizza la sua collezione di vinili ogni volta che incappa in un momento critico della sua vita.

Dal punto di vista musicale, questo film è il paradiso per ogni amante della più bella delle arti e per tutti i feticisti del vinile (come il sottoscritto 😀 ).

A differenza del romanzo di Nick Hornby, il film è ambientato a Chicago, mentre la storia originale è stata ambientata nella Londra del Nord. Il regista e Cusack decisero di riadattare il film nella città della Black Music perché, molto semplicemente, non conoscevano a sufficienza i sobborghi e i luoghi del romanzo. Chicago venne scelta come alterego musicale alla storia dello scrittore inglese, perché considerata una città dotata delle stesse forti vibrazioni.

All’interno del film, durante una delle sue riflessioni, Rob Gordon nomina Bruce Springsteen facendo riferimento alla sua poetica e al suo approccio musicale nelle canzoni a tema amoroso. L’aspetto curioso è che il Boss appaia direttamente in camera di Rob, rispondendo alle sue domande e dandogli consigli su come fare per conquistare la donna giusta per lui.

La colonna musicale è incredibile! All’interno dello stessa pellicola troviamo “Who Loves The Sun” e “Oh! Sweet Nuthin” dei Velvet Underground, “Most of The Time” di Bob Dylan e soprattutto una bellissima versione di “Let’s Get It On” di Marvin Gaye reinterpretata da Jack Black – suonata dal vivo anche in una delle scene del film.

Vidi questo film diversi anni fa ma ricordo benissimo come saltai letteralmente sulla sedia non appena entrai nel vivo della storia e soprattutto nelle atmosfere magnifiche che vengono ricreate e proposte dalla Musica che crea un’alchimia incredibile tale da far rimanere incollati allo schermo!

Per questo se ancora non hai visto questo “Alta Fedeltà” ti consiglio, assolutamente, di porre rimedio e guardarlo quanto prima!

Se ti interessa, sia il film che il libro sono in offerta su Amazon, ti lascio qui sotto i link per l’acquisto! 😉