Il bello della rete è la quantità di contatti che permette di creare, e non parlo di contatti telefonici o di questo genere. Parlo di contatti umani, di quelle conoscenze che si scoprono comuni e di comune interesse per qualcosa, in questo caso la Musica.

Mini Radio Web è un progetto che appartiene a questa categoria di conoscenze, ma anche di coincidenze, un progetto che ovviamente ha una persona alla base, in questo caso David Del Bufalo, il fondatore di questo interessantissimo progetto. Sei pronto a conoscerlo? Scopriamolo insieme in questa intervista!

Intervista a David Del Bufalo: il fondatore di Mini Radio Web si racconta ad AscoltieRacconti

Prima di addentrarci direttamente nella figura di David Del Bufalo e della sua Mini Radio Web va fatta una precisazione: più che un’intervista si è trattato di una piacevole chiacchierata che ho avuto il piacere di fare con lui, durante la quale ho conosciuto meglio il suo progetto e ho avuto modo di capire quanto grande sia il bagaglio culturale che si porta dietro.

David Del Bufalo ha un passato molto importante e un presente altrettanto impegnato nella riuscita della sua missione: diffondere la Musica di tutti quegli artisti italiani emergenti che non godono del giusto spazio nel panorama radiofonico italiano.

Non importa che questi cantino in italiano, inglese, latino, spagnolo o francese: se quel che arriva alle orecchie di David è degno di nota, ne parla nella sua Mini Radio Web. Questa è la filosofia alla base di tutto quanto ed è il motivo per il quale ho voluto scambiare quattro chiacchiere con lui nonostante lui non sia un cantante, perché il suo progetto, che porta avanti con determinazione ed enorme passione da più di dieci anni, sposa perfettamente la filosofia con la quale io ho aperto AscoltieRacconti.com.

Io: C’è stato un avvenimento fondamentale per la nascita di Mini Radio Web?

David: “Sì. Nel 2006 Maurizio Amici (ex Radio Anna International e ora Regista Rai) mi ha chiamato dicendomi: ‘David, sono passati trent’anni dalla nascita delle Radio Libere, li festeggiamo per ricordare i bei tempi delle Radio Libere che sono quasi scomparse in Italia?’

Questa sua proposta arrivò quando le frequenze radiofoniche italiane erano ormai già inondate dai network nazionali presenti tutt’oggi e io sono stato ben felice soprattutto perché avevo accumulato tantissimi programmi realizzati all’epoca e che ora non riascolto nemmeno con facilità per quanto mi impressionano [ride].

Tutti questi programmi li ho digitalizzati e passati a Maurizio Amici che, insieme ad altri colleghi provenienti anch’essi dalle radio libere, sono state caricate sul sito di Broadcast Italia, sito oggi ancora attivo.

Una delle testimonianze più belle dell’epoca è stata sicuramente l’intervista a Pino Daniele per l’uscita del 45″ che conteneva “Che Calore” e “Fortunato“, brani che vennero inseriti poi nel disco Terra Mia. Pensa, posseggo ancora oggi quel 45″ autografato da Pino Daniele!

Mini Radio Web è nata un po’ come conseguenza da Broadcast Italia, con l’intento di ricordare le radio libere e fare quel che facevano loro negli anni ’70: portare al pubblico la Musica che non veniva passata dalla Rai, come ad esempio il punk.

Inizialmente l’idea era quella di fare una web radio per Broadcast Italia. Questo presupposto unito alla chiusura di Broadcast Italia come web radio ha fatto sì che nascesse Mini Radio Web, alla quale hanno preso inizialmente parte i ragazzi che lavoravano già a Broadcast Italia.

Col tempo loro hanno preso altre strade, io sono ancora qui, dopo dieci anni, senza mai mollare un secondo ottenendo quotidianamente delle bellissime soddisfazioni!

Mini Radio Web è un programma che prende la sua linea editoriale proprio da “Demo – L’acchiappatalenti”, programma condotto e pensato da Michael Pergolani e Renato Marengo e che fino al 2013 andava in onda su Radio1. Demo andava proprio alla ricerca di tutti quei nuovi talenti e artisti emergenti che si presentavano con la voglia di farsi conoscere e di far conoscere la propria Musica e la propria arte.

Io: Cosa pensi che manchi al panorama radiofonico italiano di oggi, anche pensando alla filosofia delle Radio Libere?

David: “Difficile dirlo. C’è molto nella Radio di oggi, poi io personalmente ascolto la Radio della Rai, soprattutto Radio3. Dal mio punto di vista dovrebbe esserci un maggiore servizio e contenuti da parte del servizio pubblico, anche per cercare di fronteggiare un po’ lo svago a volte eccessivo dei Network nazionali.

Sarebbe bello affrontare meglio tanti argomenti importanti e che spesso vengono ignorati. Mi piacerebbe sentire nuovamente un programma così com’era Demo.

Spesso si sentono programmi su programmi che facciano sentire sempre le stesse canzoni anche molto datate, quando ci sono moltissime produzioni italiane che vengono totalmente ignorate dal pubblico (o quasi).

Io: Quindi pensa debba esserci più spazio per gli emergenti nelle radio?

David: “Assolutamente! La cosa più scandalosa è che molti artisti italiani come Debora Petrina, Francesca Tandoi, Spiritual Front hanno un successo enorme all’estero mentre in Italia non sono per nulla conosciuti salvo per una cerchia ristretta di amanti del genere.

La cosa secondo me più assurda è questa: non c’è un vero riciclo generazionale oltre alla mancanza di attenzione verso i nostri musicisti e i nostri nuovi talenti che andrebbero promossi.

Francesco di Giacomo [ex voce del Banco del Mutuo Soccorso, ndr] è stato un esempio positivo da seguire: lui aveva smesso di produrre la sua Musica per promuovere le nuove leve. Lo stesso ha fatto Freak Antoni degli Skiantos.

Sono soltanto due esempi che però dovrebbero essere seguiti maggiormente con, anche, un maggior supporto da parte delle radio stesse. Io, nel mio piccolo, cerco di farlo costantemente con Mini Radio Web

Questo è lo spirito col quale David Del Bufalo ha deciso di creare Mini Radio Web che da più di dieci anni cerca di diffondere tutta quella Musica che merita di essere conosciuta, dando spazio e voce ad artisti che non desiderano altro che farsi sentire!

La stessa filosofia con la quale ho aperto AscoltieRacconti.com 🙂

Ringrazio David Del Bufalo per la disponibilità e la piacevole chiacchierata.

Resta connesso, perché ne sentirai delle belle! 😉

Nel frattempo, ti lascio i contatti di Mini Radio Web: Webradio | Facebook

Mauro Abbatescianna


Conoscevi già il progetto di Mini Radio Web? Scrivimelo nei commenti e fammi sapere cosa ne pensi ma soprattutto condividi questo articolo su Facebook, Twitter, Google+ e WhatsApp! Facendolo aiuterai la diffusione della Musica fatta col cuore e della passione più bella che esista!

Iscriviti al canale ufficiale Telegram di AscoltieRacconti.com per ricevere ogni articolo direttamente sul tuo smartphone, tablet o PC. Preferisci la mail? Compila il form qui sotto per iscriverti alla newsletter del sito!